BUD SPENCER: UN MERAVIGLIOSO OMAGGIO DA NAPOLI




 

BUD SPENCERBud Spencer. Nella notte spunta il primo omaggio dei napoletani.

Un murales in via Ferrante Imparato.Cominciano i primi omaggi a Bud Spencer, un grande napoletano prima che un grande attore e uno sportivo di successo, e, già nel corso della notte, in via Ferrante Imparato, nella periferia orientale, è spuntato un murales di RaffoArt che ricorda la famosa frase in cui sottolineava di essere napoletano e non italiano. Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de La radiazza, complimentandosi con Raffaele Liuzzi, in arte Raffo, per il bell’omaggio, spontaneo e immediato, fatto nel corso della notte.




Bud Spencer va ad allungare, purtroppo, la lista di quei napoletani che ci hanno lasciato dopo aver portato orgogliosamente la napoletanità in giro per l’Italia e per il Mondohanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “anche a lui i napoletani riserveranno tanti ricordi e l’immortalità dei grandi come è capitato con i De Filippo, Totò, Troisi, Pino Daniele e tanti altri napoletani che, con la loro cultura, hanno reso ancor più grande la storia della nostra città.

Porteremo in Consiglio comunale l’esigenza di ricordare i figli migliori di Napoli degnamente dedicandogli strade e piazze perché è assurdo, per esempio, che a Totò sia dedicata solo una stradina secondaria” hanno aggiunto i consiglieri comunali dei Verdi, Stefano Buono e Marco Gaudini, per i quali “nell’elenco dei napoletani da ricordare sicuramente bisognerà inserire Bud Spencer per il quale si deve chiedere l’autorizzazione per ricordarlo prima che passino i dieci anni previsti dalla legge, così come è stato fatto con Pino Daniele


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login