Cassino, vite straordinarie. Il sindaco D’Alessandro consegna riconoscimento al Ten. Col. Ruolo d’Onore Giuseppe Campoccio




 

Giuseppe Campoccio

di Cinzia Marchegiani

Cassino (Frosinone) – Vite straordinarie che diventano un esempio tangibile di forza, determinazione e passione. Lui è Giuseppe Campoccio spirito combattente del cassinate d’adozione, ma nativo San Candido, provincia di Bolzano, classe 1966 in seguito ad un grave incidente occorsogli nel 1991 durante un’esercitazione, veniva posto in congedo per causa di servizio. A Campoccio il Ministero della Difesa gli riconoscerà in seguito la medaglia di ferito in servizio ed il Ruolo d’Onore.

Ma la vita di Giuseppe è costretta a rinasce altre 1000 volte. Nonostante un’infezione ossea riportava una cerebro lesione che comprometteva la funzionalità del braccio e della gamba sinistra impedendogli di deambulare e costringendolo sulla sedia a rotelle, lui ritorna alla sua più grande passione, quella vissuta con grandi traguardi nello sport, entrando nel  2015 a far parte del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa.

RICONOSCIMENTO DALLA SUA CITTÀ DI ADOZIONE, CASSINO

In occasione del Consiglio comunale del 24 Ottobre 2016, il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro ha consegnato tra gli applausi unanimi degli amministratori e del pubblico presente, un riconoscimento da parte della Città di Cassino per gli eccellenti risultati sportivi conseguiti nelle discipline del peso, disco e giavellotto (categoria F34) e per le Sue altissime doti Umane e Sociali al Tenente Colonnello Ruolo d’Onore genio guastatore Alpino Giuseppe Campoccio, Atleta del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa e Presidente dell’ANCR sez.di Cassino e Vice Presidente Federazione Provinciale ANCR di Frosinone.

“Un uomo che ha saputo, grazie alle sue doti atletiche e alla sua determinazione, dare lustro alla nostra città e raggiungere traguardi importantissimi-commenta il sindaco D’Alessandro in occasione della consegna del riconoscimento- ringrazio Giuseppe per la tenacia e la forza che dimostra sia sulle piste di atletica, sia fuori dalle competizioni sportive con le Sue alte doti Umane e Sociali. Nonostante la sfortuna dovuta ai diversi problemi fisici che ne hanno pregiudicato la qualità di vita, il Tenente Colonnello Campoccio ha trovato sempre la forza di viverla a 360°, ed anche di competere, gareggiare e vincere, nella Vita e nello Sport regalandosi e regalando grosse soddisfazioni all’Italia”.




Giuseppe Campoccio

Per Giuseppe Campoccio questo riconoscimento vale quanto un oro:Davvero emozionante la premiazione del Sindaco D’Alessandro, è stato il riconoscimento ad un anno molto difficile per me sotto il profilo della salute. Ho cercato di recuperare dal punto di vista psicofisico attraverso lo sport, la fisioterapia ed i controlli medici. Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicino e che mi amano“.

Campoccio è il simbolo della forza, del sacrificio e del coraggio, e ora le sue parole commosse diventano valori indistruttibili, la sua firma:

“A volte mi chiedo se è proprio necessario avere le gambe per… rialzarsi dopo una caduta… della vita.
La voglia di Vivere lo SPORT e tutti coloro che mi circondano amorevolmente sono diventate le mie nuove gambe…. ed, io grazie a loro, ‘rincorro i miei Sogni’… Per non arrendersi Mai!!!

Giuseppe Campoccio ci tiene a ricordare un passaggio duro della sua rinascita:Un ‘Grazie’ particolare è rivolto a tutti coloro che, in questo anno della mia vita, che io considero la mia ‘Rinascita’, invece di supportarmi nel corpo nella psiche e nell’animo ha cercato di buttarmi definitivamente al Tappeto… non è semplice da capire ma “Grazie” a loro ho capito, ancora di più, quanto sia IMPORTANTE ….ESSERE..RESPIRARE….AMARE….PIANGERE…..ma sopratutto..SORRIDERE …alla VITA!!!!! “Io sono il padrone del mio destino. Io sono il capitano della mia anima“.

Giuseppe saluta con “I AM INVICTUS”

L’atleta Campoccio guarda già avanti le prossime sfide del prossimo anno e con orgoglio vestirà la maglia degli Invictuis Games 2017 che si svolgeranno in Canada a Toronto.

Si rinasce sempre, soprattutto quando si deve dimostrare prima a se stessi quanto valore è scritto nel proprio Dna e Giuseppe Campoccio nel suo codice genetico ha scritto combattere, resistere e vincere!

Video della Consegna Targa


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login