Champions: Juventus pareggia in casa contro il Lione. Higuain e Tolisso i goleador




 

JUVENTUSdi Raffaele Menniti

A Torino, si gioca, paradossalmente sull’asse “Napoli”. Il top player bianconero Higuain, acquistato dal Napoli per 90 Milioni, apre le marcature su rigore al 13’ minuto e si divora il goal del raddoppio a tu per tu con il portiere Lopes del Lione. Pareggia all’85’ minuto il sogno estivo del Napoli, sedotto ma mai acquistato, Tolisso.

Primo tempo. Al 9’ minuto è il Lione a rendersi pericoloso con un tiro ad incrociare di Rybus, respinto in corner con i piedi da Buffon. Al 13’ cambia il match. Passaggio filtrante per Sturaro che viene atterrato in area da Diakhaby. Kuipers decreta calcio di Rigore. Batte Higuain, realizzando il suo secondo goal in questa Champions, spiazzando il portiere Lopes. Il resto è monologo Juventus che va due volte vicino al raddoppio. Marchisio al 25’ calcia dal limite dell’area un fendente che sibila di poco sulla destra del portiere. Al 39’, invece è clamoroso il goal sbagliato da Higuain, su assist di Mandzukic. Tutto solo contro Anthony Lopes, il numero 9 Bianconero spara alto sopra la Traversa. Una buona Juve chiude il primo tempo con il parziale di 1-0.




Secondo Tempo. Fino all’85 la partita si addormenta. È la Juventus padrona del campo e del gioco. L’unica pecca è quella di non riuscire a placare le ire avversarie. Infatti da un calcio di punizione dalla ¾ battuto da Ghezzal, è Tolisso, tutto solo davanti Buffon, a mettere il pallone nel sacco per il pari del Lione. Da questo momento i padroni di casa scompaiono ed entra in scena il Lione. L’occasione più clamorosa è al 94. Barzagli sbaglia il disimpegno lanciando Ghezzal contro Buffon. Il 15 Bianconero, però riesce a recuperare e devia il tiro pericolosissimo, indirizzato verso la porta. Il calcio d’angolo che ne segue non crea grattacapi alla difesa. Il match si conclude con la rabbia di Allegri, che uscendo dal campo grida infuriato “Siamo delle teste di ca…”

La situazione nel girone. Con la vittoria sulla Dinamo Zagabria per 4-0 è il Sivilla a capitanare il girone con 10 punti. Segue la Juventus ad 8 punti. Poi Lione e Zagabria. Le prossime sfide sono decisive per la qualificazione agli ottavi. Ai bianconeri bastano 2 punti per avere la certezza del passaggio del turno. Il 22 novembre sarà Sivilla- Juventus e Lione-Zagabria. Lo scontro diretto per la Juve è fondamentale, non si può sbagliare se si ricorda l’epilogo della passata stagione. Con il Goal dell’ex Llorente al “Sánchez Pizjuán” e la sconfitta per 1-0 la Juventus si qualificò come seconda. Agli ottavi fu il Bayer Monaco la rivale, che eliminarono i bianconeri dalla competizione.

Questa Juventus, di certo non domina sul campo, ma ottiene ottimi risultati. Nonostante Pjanic e Dani Alves che deludono, sono altri i top player che decidono i match. Allora attenzione massima e concentrazione super, per centrare gli obiettivi fissati ad inizio stagione.

 

Foto Goal Italia/Juventus


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login