IL COMMENTO/La prima giornata di serie A, tra certezze e sorprese




 

13815127_1163606233684462_2146962042_n

di Raffaele Menniti

Come un film che tutti credono di aver visto e di conoscere a memoria, senza averlo però, mai analizzato in tutte le sue sfaccettature, così si presenta la prima giornata di Serie A. In un clima estivo, quasi amichevole, si è aperto il campionato.

Nella prima gara la Roma, che ieri sera é stata eliminata dalla Champions dal Porto, vittorioso per 3-0, sui giallorossi rimasti in 9 uomini, ha asfaltato 4-0 l’Udinese. Con un Dzeko così tutto è possibile. L’ombra di quello che era, è ormai un labile ricordo. Con un goal e un rigore conquistato fa ben sperare i giallorossi che si affidano al loro numero 9.

La Juventus segue il copione redatto dal calciomercato targato Agnelli. Gioco del destino, ma che alla fine tanto gioco non è, a decidere il match con i viola ci ha pensato l’uomo dai 90 mln di euro Gonzalo Higuaìn. Al Pipita sono bastati nove minuti per mettere subito le cose in chiaro in casa Juve. Potrebbe sembrare il goal più veloce della giornata, in termini di minutaggio post ingresso a gara in corso. Ma cinque secondi prima, esattamente dopo otto minuti e 55 secondi dal suo ingresso Dries Mertens, salva il Napoli con una doppietta che permette ai partenopei di pareggiare i conti con il Pescara, e lo catapulta in cima alla lita dei migliori del match. Avrebbe avuto l’opportunità di segnare anche la tripletta se solo Rocchi, addizionale di porta del signor Giacomelli, direttore di gara, non avesse consigliato all’arbitro di annullare un rigore, in precedenza accordato, per un inesistente carica al portiere.




Prima tripletta del campionato, invece, la realizza Carlos Bacca, accostato al Napoli molte volte, sedotto e poi abbandonato. L’eroe in casa rossonera, è però, un napoletano, Gigio Donnarumma che salva il Milan all’ultimo secondo neutralizzando il rigore tirato dal “Gallo” Belotti, che sarebbe valso il pari ai Granata. Molti intrecci tra Napoli e Milan che sabato sera si scontreranno al San Paolo per il Big match della seconda giornata.

L’altra milanese, l’Inter di De Boer stecca alla prima in casa Chievo. Un De Boer quasi arrendevole, che lascia la se sue idee calcistiche per provare ad adattarsi agli avversari. Missione fallita.

Molti goal in Atalanta-Lazio, vinta dai biancoazzurri 4-3. Partita caratterizzata dalla paura. Un giocatore Atalantino, infatti, ha accusato un malore in seguito ad una ginocchiata, fortuita, subita in uno scontro di gioco. Il giocatore accasciatosi al suolo, ha perso i sensi per alcuni minuti. Portati fuori dal campo si è ripreso, per il sollievo dei tifosi. Insomma, una prima giornata che segue la falsa riga del campionato conclusosi. Juventus in testa e le altre ad inseguire, sperando in un passo falso dei bianconeri, ma puntando soprattutto sulle proprie forze.

Il campionato è lungo. Il sipario si è aperto, la pellicola inizia a girare. Che lo spettacolo abbia inizio!


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login