DOODLE GOOGLE OGGI RICORDA KARL LANDSTEINER




 

Google oggi ricorda Karl Landsteiner. Biologo austriaco nato nel 1868 a Vienna è ricordato come il papà dei gruppi sanguigni. Grazie alla sua capacità e intuizione ha permesso di scoprire nel 1901 l’esistenza dei gruppi sanguigni A, B, AB e O. Scoperta talmente rivoluzionaria che ha permesso di spiegare come le persone dello stesso tipo o tipi compatibili possono ricevere trasfusioni gli uni dagli altri. 

La scoperta di Karl Landsteiner  dei gruppi sanguigni che gli valse il premio Nobel per la medicina e fisiologia nel 1930, permise l’impiego pratico e diffuso della trasfusione del sangue che prima era molto rischiosa perché non c’era modo di sapere se il sangue di due individui fosse compatibile.

La determinazione del gruppo sanguigno cominciò ad entrare nell’uso nel 1907 e, la trasfusione, fu praticata su vasta scala nel corso della prima guerra mondiale. Poiché il sangue è, per definizione, un tessuto, la trasfusione sanguigna si può considerare come il primo innesto di tessuto perfettamente riuscito nella storia della medicina.

karl-landsteiner




 A Vienna Landsteiner, dove si era laureato in medicina nel 1081, insegnò patologia dal 1909 al 1919 dopo aver trascorso cinque anni studiando biochimica in varie università d’Europa, come quelli di Emil Fischer  (Premio Nobel per la chimica nel 1902), di Eugen von Bamberg a Monaco e di Arthur Hantzsch e Roland Scholl a Zurigo, dove cominciò a interessarsi all’immunologia pubblicando il suo primo articolo su batteriologia e sierologia che gli aprì la strada ai successivi studi e scoperte sul sangue.

 Landsteiner ha anche il merito di aver gettato le basi, insieme con il collega scienziato Erwin Popper, della scoperta del virus della polio. Questo è stato il primo passo verso lo sviluppo di un trattamento per la malattia che ha colpito milioni di bambini in tutto il mondo.

Google dedica oggi 14 giugno 2016 con un’animazione a lui dedicata, con provette e globuli rossi, l’anniversario della nascita di questo straordinario scienziato che grazie alle sue scoperte ha senza ombra di dubbio salvato milioni di persone.


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login