Eccellenza pediatrica San Raffaele chiude. Mentre Zingaretti tace, ecco il grido dei genitori e la loro indignazione




 

Il caso

San Raffaele

di Cinzia Marchegiani

Roma – Tic tac, il tempo è finito. Per il reparto pediatria riabilitativa del San Raffaele Pisana di Roma è rimasto davvero poco tempo.

La Regione Lazio avrebbe preso la decisione di chiudere dal 1° dicembre 2016 il reparto i pazienti che da tutta Italia vengono in questa struttura d’eccellenza dovranno rivolgersi altrove. Si chiuderà per “mancanze di politiche-burocratiche” della stessa Regione. 

Nonostante il Comitato dei genitori dei bambini e adolescenti disabili dell’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma, avessero chiesto un incontro urgente con i vertici della Regione Lazio esprimendo sin da subito il disappunto per la notizia ricevuta circa la IMMINENTE e ormai – allo stato – definitiva chiusura, alla data 30 novembre 2016, del reparto animazione COD.56 e delle DISABILITA’ dello SVILUPPO, Zingaretti ancora tace.

Si tratta di un centro di eccellenza della riabilitazione neuromotoria e punto di riferimento nella ricerca e nel panorama della sanità nazionale e che ora è sotto la scure di una decisione senza senso per chi sa che questo reparto ha salvato e continua a salvare tante bellissime vite, quelle di bambini affetti da patologie gravissime. 

AD UN MESE DALLA CHIUSURA SILENZIO DI ZINGARETTI, COMMISSARIO AD ACTA SETTORE SANITARIO

Ora ad un mese esatto dalla chiusura e dal silenzio che di Zingaretti, Presidente della Regione Lazio che ricopre il ruolo Commissario ad Acta per la realizzazione degli obiettivi di risanamento finanzia previsti nel piano di rientro dai disavanzi regionali nel settore sanitario, ancora non ha convocato nessuna udienza, nonostante sia stata chiesta una Commissione Salute e presentata un’interrogazione urgente affinché i responsabili regionali chiariscano in aula le vere motivazioni di questa chiusura.

LETTERA DI UNA MADRE A NOME DEL COMITATO GENITORI IRCCS: “INDIGNAZIONE”

Il silenzio è una risposta… e lascia interdetti tutti i genitori che hanno supplicato un incontro con i vertici. In risposta a questo silenzio arriva la lettera del grido e indignazione di una mamma del Comitato Genitori IRCSC San Raffaele Pisana, che lasciamo nella sua interezza:

Questa lettera non vuol sortire pena nei riguardi di nessuno, la nostra speranza è esclusivamente quella di attirare l’attenzione sulla chiusura di un Centro D’eccellenza così come lo è l’IRCCS San Raffaele Pediatrico di Roma, rinomato per il reparto dedicato alle Disabilità dello Sviluppo.

La domanda che ci poniamo unica è sola “SI PUÒ AVERE UN’ANIMA DIVERSAMENTE ABILE???”

“ONOREVOLE  ZINGARETTI, LA INVITIAMO ANCORA UNA VOLTA  A RIVEDERE LA SUA DECISIONE INERENTE ALLA CHIUSURA DI UN CENTRO DI ECCELLENZA, COME IL SAN RAFFAELE PEDIATRICO DI VIA DELLA PISANA A  ROMA, SICURAMENTE LEI, non  E’ AL CORRENTE DI QUANTO I NOSTRI FIGLI  ABBIANO BISOGNO delle cure che questo centro riesce a dare ai nostri disabili.

LA INFORMO PERSONALMENTE CHE, OGNI BAMBINO/A RAGAZZO/A,HA BISOGNO DEL SUO TEMPO DI RIABILITAZIONE,  e NON SI PUO’ ASSOLUTAMENTE PENSARE CHE ,SOPRATTUTTO I DIVERSAMENTE ABILI,DEBBANO ATTENERSI AD  UN TEMPO PRECISO DI CURE standard, Ogni Patologia viene Considerata e valutata con scrupolosa attenzione.

In questo centro con a capo il direttore generale Prof. Giorgio Albertini, tutto il suo staff medico e paramedico, non si ha cura solo dei nostri figli, vengono seguite ed educate in modo eccellente anche le nostre famiglie, che nel contesto della riabilitazione imparano a gestire in maniera indipendente la malattia del disabile.

ORA CI RIVOLGIAMO A VOI, GIORNALISTI DELLA CARTA STAMPATA E ON LINE…

POSSIBILE CHE questa notizia non debba diventare informazione per tutti noi italiani che cercano di dare ANCORA  VOCE  AI NOSTRI FIGLI???

POSSIBILE CHE quelle TRASMISSIONI DI ELEVATA AUDIENCE, NON CI DIANO ASCOLTO???




ED ANCORA… POSSIBILE CHE, TUTTO CIO’ CHE DI BUONO C’E’ IN ITALIA DEBBA ESSERE ANNULLATO DALLE BUROCRAZIE E DALLE SOTTOVALUTATE DECISIONI POLITICHE???

Signori cari … LA DISABILITA’ NON HA, E MAI DOVRÀ AVERE UN COLORE POLITICO… abbiate il coraggio di INDIGNARVI CON NOI, ABBIATE IL CORAGGIO, PER UNA SOLA VOLTA, DI UNIRVI ALLA NOSTRA GUERRA!!!”

AVETE MAI CONOSCIUTO UN MEDICO CHE sia cosi disponibile da mettere a disposizione IL SUO NUMERO TELEFONICO personale e DI CASA???

NOI  SI!!! SI CHIAMA GIORGIO ALBERTINI

AVETE MAI AVUTO LA POSSIBILITÀ DI COMUNICARE IN MANIERA DIRETTA ED URGENTE senza limiti di orario, CON IL medico e lo staff che cura i vostri figli??

NOI SI, SI CHIAMA GIORGIO ALBERTINI del San Raffaele Pediatrico Di Roma!!!

DUNQUE, SCRITTO QUANTO, e RIBADENDO IL CONCETTO che non vogliamo creare sensi di pena, TUTTI NOI CI DOMANDIAMO CHE FINE ABBIANO FATTO LE ISTITUZIONI quelle stesse che si vantano delle  Eccellenze Sanitarie Italiane, SE QUALCUNO HA DA RISPONDERCI, NE SAREMO LIETI di ascoltare i vostri commenti e ammirare le vostre iniziative nei confronti di questa malsana Decisione…

Chi scrive, Onorevole Zingaretti è la mamma di un ragazzo, nato NORMODOTATO E SUCCESSIVAMENTE, ALL’ETA’ DI 3 ANNI, DIVENTATO DISABILE!!!

MIO FIGLIO COME TANTI BAMBINI E TANTE FAMIGLIE, SIAMO LA TESTIMONIANZA REALE DELLE CURE, DELLA SERIETÀ, DELLA PROFESSIONALITÀ, DEL SAN RAFFAELE  PEDIATRICO DI ROMA.

NELL’ATTESA CHE SI ABBIANO DOVUTE RISPOSTE ed un risveglio di coscienze, PORGIAMO I NOSTRI SALUTI A TUTTO LO STIVALE D’ITALIA ISOLE COMPRESE, PER UNA VOLTA PROVIAMO A CREARLA QUESTA CATENA D’AMORE.

                                                                                                                                                                    RITA DELL’ERBA

Comitato dei genitori del San Raffaele Pediatrico di Roma

Tic tac…il tempo passa. Manca un mese e anche le risposte agli stessi genitori terrorizzati dalla chiusura del reparto da cui dipendono totalmente. Genitori che vivono questa decisione come una punizione inflitta ad una vita già difficile, ma che grazie a questa struttura avevano trovato e trovano tutt’ora un’ancora di salvezza per poter guardare avanti con fiducia e ottimismo il futuro dei propri figli.

Zingaretti tace, nonostante  l’on Santori (FDI) abbia inviato al Presidente della Commissione VII – Politiche Sociali e Salute del Consiglio Regionale del Lazio, l’On. Rodolfo Lena la richiesta urgente di una convocazione di una Commissione salute chiedendo anche l’audizione del Comitato Genitori suddetto al fine di discutere della chiusura orami alle porte del Reparto riabilitazione Pediatrica Cdo.56 e delle Disabilità dello Sviluppo.

A tal riguardo si è precipitato anche l’On. Antonello Aurigemma (PdL) Vice Presidente Commissione Politiche sociali e salute: Abbiamo richiesto una audizione urgente in Commissione Salute – ha annunciato Aurigiemma – per affrontare una questione molto delicata e complessa, che riguarda la chiusura – dal prossimo 30 novembre – del reparto di riabilitazione pediatrica dell’IRCCS Ospedale San Raffaele Pisana. Si tratta di una eccellenza della nostra sanità accreditata con la Regione Lazio, che svolge un servizio essenziale e la cui chiusura penalizzerebbe numerosi utenti e le loro famiglie, che sono comprensibilmente preoccupate. E’ necessario affrontare nelle opportune sedi questa situazione, perché bisogna fare il possibile per assicurare che la struttura possa continuare a erogare prestazioni specialistiche in regime ordinario e in day hospital. Non possiamo perdere un fiore all’occhiello della nostra sanità.

Per ora tutto tace… tic tac Zingaretti. Il Presidente della Commissione VII – Politiche Sociali e Salute del Consiglio Regionale del Lazio, l’on. Rodolfo Lena, questi genitori pretendono di essere ricevuti ed ascoltati.


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login