FOIBE. Diretta dalla Camera la celebrazione del Giorno del Ricordo delle FOIBE e dell’esodo Giuliano-Dalmata




 

Roma – Centinaia di ragazze e ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado, accompagnati dagli insegnanti, sono proprio in questo momento sugli scranni dell’Aula di Palazzo Montecitorio (ore 11:00) in occasione della Celebrazione del Giorno del Ricordo delle Foibe e dell’Esodo Giuliano – Dalmata. E insieme a loro, i tanti componenti delle Associazioni degli Esuli.




La manifestazione – moderata dalla giornalista Lucia Bellaspiga e trasmessa in diretta da Rai2 a cura di Rai Parlamento, dal canale satellitare e dalla della Camera – è stata aperta dall’esecuzione dell’Inno nazionale da parte dell’Orchestra dell’I.S. G. Moscati di Sant’Animo e del Coro dell’Istituto comprensivo statale Giovanni XXIII, diretti dal Maestro Donato De Simone.

Video

Intervento introduttivo la Presidente della Camera, Laura Boldrini. A seguire prenderanno la parola, il Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Angelino Alfano, Davide Rossi dell’Università di Trieste, Antonio Ballarin, Presidente della Federazione delle Associazioni degli esuli istriani fiumani e dalmati. Sarà presente il Presidente del Senato, Pietro Grasso.

Al termine della manifestazione, la Presidente Boldrini e il Sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca, Gabriele Toccafondi, consegneranno alle scuole vincitrici la targa del concorso promosso dal Miur e dalle Associazioni degli Esuli “10 febbraio – Nasce la Repubblica italiana senza un confine“.

Il concorso è rivolto alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado con la finalità di promuovere l’educazione europea e la cittadinanza attiva, di sollecitare l’approfondimento della storia italiana attraverso una migliore conoscenza dei rapporti storici, geografici e culturali nell’area dell’Adriatico orientale

La Cerimonia terminerà con l’esecuzione dell’Inno alla gioia (Inno europeo).

 

 


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login