Immigrazione. Fusaro a La7: “L’obiettivo è renderci tutti migranti, senza diritti e sfruttabili illimitatamente”




 

di Cinzia Marchegiani

Il filosofo Diego Fusaro parla su La7 affronta di nuovo il problema dell’immigrazione, deportazioni di massa, descrivendolo schiavismo: “Il capitalismo cerca un esercito industriale di riserva, come previsto da Marx, per garantirne lo sfruttamento illimitato”.

“Questa è deportazione di massa – incalza Fusaro – un tempo si andavano a sfruttare gli schiavi nei loro territori, si chiamava colonialismo. Oggi si finge di volerli accogliere per avere una massa immane di nuovi schiavi da sfruttare illimitatamente, quello che Carlo Marx chiamava l’esercito industriale di riserva. Una massa di schiavi, senza diritti, disposti a tutto, de territorializzatati, sradicati che costituiscono il bacino ideale per lo sfruttamento illimitato ideale da parte dell’opera capitalistica.”

DIEGO FUSARO VA OLTRE: ” L’OBIETTIVO E’ DI RENDERCI TUTTI MIGRANTI!”

Diego Fusaro non si limita solo a mostrare una faccia di una medaglia e spiega: L’obiettivo del Capitale non è quello di integrare i migranti, come falsamente ripete, ma quello di disintegrare i non ancora migranti, l’obiettivo è quello di renderci tutti migranti, senza diritti e sfruttabili illimitatamente”.

Si confronta con la giornalista Maria Giovanna Maglie che solleva una domanda:Questa potrebbe essere una pia illusione. Ammettiamo che sia vero che ci sia un tentativo di avere manodopera quasi schiava a 4 lire, ma se dall’altra parte arrivano gli infiltrati che invece hanno un progetto di conquista, quello fregato sei tu!”

Ma il Marxista filosofo Fusaro approfondisce:




“Qui non c’è scontro di civiltà come vogliono farci credere. Il nemico non è il migrante, ma chi costringe i popoli a migrare. Il nemico non è il disperato ma chi getta nella disperazione i popoli. Il nemico è oggi il capitale finanziario che sta introducendo una massa disperati con l’obiettivo di renderci tutti in quelle condizioni. Il nuovo paradigma antropologico è il MIGRANTE 2.0 Tutti come migranti dobbiamo diventare”. 

Luigi Paragone chiede l’intervento di  David Parenzo che presentato come l’uomo di sinistra e progressista cerca di cambiare il volto di questa fotografia appena scattata da Fusaro: “Tutti i migranti si spostano per ragioni economiche. Per fortuna che esiste, il capitale che crea lavoro”.

E si caro Davide Parenzo, ma non venivano attaccati i diritti delle persone e dei cittadini. Non si creano ONG, associazioni per mettere i migranti in SPRAR per fare soldi a palate. Poi basta fare una istantanea su ciò che sta accedendo all’Italia. I professionisti riconsegnano i propri timbri e chiudono partite IVA, i disabili non hanno diritti neanche a scuola, le aziende prendono fondi pubblici e poi delocalizzano all’estero lasciando famiglie senza più lavoro, se ti vuoi curare e fare prevenzione devi andare nel privato. Ma di cosa si sta parlando?.

Parenzo, vallo a spiegare ai nuovi giovani laureati, medici, professionisti che hanno tutti i diritti tutelati soprattutto al lavoro. Molti di loro li trovi in call center pagati a 2/4 euro all’ora se gli va bene, altrimenti solo se concludono un contratto. Questi sì che sono i nuovi schiavi. I giovani ragazzi presi un mese con contratto a tempo indeterminato, con laurea ovviamente, altrimenti non passi neanche la selezione, e poi licenziati per fare entrare un altro che riceverà lo stesso trattamento del suo collega che gli ha appena ceduto il suo posto.

Chi ha il capitale, sfrutta leggi e le persone. Usano il tempo delle persone e se ti va bene ti pagano una miseria.

Parenzo si aggiorni, si faccia in giro in questa bellissima Italia. Chi ha il capitale decide come farlo fruttare, e i diritti non sono compresi…purtroppo!

Video La  Gabbia OPEN 15 marzo 2017

 

Parenzo le fabbriche in Italia non ci sono più…sia chiaro! Il grande capitale vuole manodopera dal terzo mondo per sfruttarla meglio e togliere quei pochi diritti ancora appesi sulla pelle dei cittadini.


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login