La conferenza stampa febbrile sui vaccini. Il professor Burioni contro l’On. Zaccagnini




 

Roma – Botta e risposta tra il virologo Roberto Burioni e l’On. Adriano Zaccagnini di MPD (Movimento Democratico e Progressista) riguardo una conferenza stampa organizzata dallo stesso deputato  presso la Camera dei Deputati prevista per domani alle ore 13:00.

Il professor Burioni è noto come key opinion leader in campo dei vaccini, intervistato in tv, presente come relatore in molte conferenze, Feste dell’Unità e ora scelto e citato da Matteo Renzi per difendere l’utilità e la sicurezza dei vaccini, è stimato professore associato di Microbiologia e Virologia presso la Facoltà di Medicina dell’Università Vita-Salute San Raffaele Università ed è uno degli ideatori di Fides Pharma, una società biotech di cui lo stesso Burioni fa parte del “Scientific Advisory Board” assieme al  Prof. Massimo Clementi, e Prof. Gianni Garotta. Burioni è autore del libro “Il vaccino non è un’opinione“.

LA QUERELLE VERTE SULLA CONFERENZA STAMPA IN AGENDA PRESSO LA CAMERA DEI DEPUTATI ORGANIZZATA DAL DEPUTATO ZACCAGNINI

L’On. Zaccagnini con un comunicato aveva informato che presso la Camera dei Deputati il giorno 13 aprile 2017 aveva organizzato una conferenza stampa per approfondire tutti quegli elementi che ad oggi sono mancanti per un’offerta vaccinale veramente in sicurezza: “I vaccini sono un’importante traguardo della scienza, ma non si può prescindere da un utilizzo consapevole ed informato di questi“.

Il deputato Zaccagnini nel dettaglio spiegava il fine della sua iniziativa:

“Ad oggi la vaccinovigilanza non viene fatta e l’Aifa addirittura non rende pubblici i dati degli ultimi 3 anni delle segnalazioni di reazioni avverse alle vaccinazioni. Questo è grave ed uno degli elementi critici del contesto all’interno del quale si inserisce il piano vaccinale del governo, che non avanza una proposta per potersi vaccinare in sicurezza, ma vuole imporre vaccinazioni obbligatorie di massa senza garantire adeguati controlli ed evidenze scientifiche che sgombrino il campo su eventuali nuovi danni da somministrazioni multiple.

Renderò pubblico il testo dell’interpellanza che presenterò al ministero della Salute e chiederò spiegazioni riguardo ai riscontri trovati nel progetto SIGNUM del 2011 (Studio Impatto Genotossico nelle Unità Militari), nel quale sono stati monitorati i militari italiani in Iraq e ad alcuni dei quali sono stati riscontrati danni al DNA (alterazioni ossidative) a causa delle somministrazioni multiple di vaccini, in particolare quelle con più di 5 vaccini insieme.
I risultati conclusivi della relazione del progetto SIGNUM chiedevano un approfondimento riguardo il carico vaccinale.
SIGNUM è un progetto che è stato promosso dal ministro della Difesa e fa parte degli atti della Commissione d’inchiesta sull’uranio impoverito.”

IL PROFESSOR BURIONI FA UN APPELLO ALLA PRESIDENTE BOLDRINI E I COLLEGHI DI PARTITO DI ZACCAGNINI: “IMPEDISCANO QUESTA VERGOGNA E INSULTO AL PARLAMENTO”

Il Professor Burioni taggando Massimo D’Alema, Pier Luigi Bersani, Guglielmo Epifani e Vasco Errani sulla sua pagina Facebook e Nerina Dirindin fa un appello:

“Si può essere d’accordo o meno dal punto di vista politico con Massimo D’Alema, Pier luigi Bersano, Guglielmo Epifani o Vasco Errani. Però sono sicuro che tutti voi li considerate persone dotate di un certo raziocinio. Nel senso che se D’Alema organizzasse un convegno di persone convinte che la terra è piatta, o se Bersani partecipasse ad una manifestazione volta ad affermare che la forza di gravità non esiste sono certo che – come me – ne sareste molto stupiti.

Orbene, io non riesco allora a capire come queste persone (e molte altre, tra le quali anche Nerina Dirindin (docente di politica sanitaria all’Università di Torino ed ex direttore generale del Ministero della Sanità), riescano a sedere nelle riunioni accanto all’onorevole Adriano Zaccagnini (membro come loro del neonato Articolo UNO – Movimento Democratico e Progressista) che ha organizzato per domani pomeriggio, nella Sala Stampa della Camera dei Deputati, una conferenza sul tema “Vaccini: l’altra verità”, con la partecipazione della solita compagnia di giro di antivaccinisti, che non nomino per non dargli visibilità che non meritano”.




Continua il professor Burioni:Ora io mi chiedo quale sia ‘l’altra verità’ sui vaccini – così come mi chiedo quale sia ‘l’altra verità’ sulla forza di gravità, o sulla sfericità della terra – visto che tutta la comunità scientifica mondiale è riguardo ai tre temi assolutamente concorde ed univoca: la forza di gravità esiste, la terra è sferica e i vaccini sono sicuri e fondamentali per garantire la nostra salute. Come possono Bersani, D’Alema, Epifani, Errani e la Dirindin condividere con Zaccagnini qualcosa, quando quest’ultimo – in un momento in cui le coperture vaccinali stanno scendendo esponendo tutta la nostra comunità a gravi pericoli sanitari – si rende attivo protagonista nel diffondere dei concetti che tutto il mondo scientifico e medico – inclusi Emergency, Medici Senza Frontiere e l’Unicef – ritiene delle menzogne pericolosissime?

BURIONI SPIEGA ALL’ONOREVOLE ZACCAGNINI CHE NON SI PUÓ APPELLARE ALLA LIBERTÁ DI PAROLA

Come è possibile che D’Alema, Bersani e gli altri tollerino che il nostro Parlamento diventi cassa di risonanza per bugie senza alcuna attendibilità scientifica che inducono i genitori a prendere decisioni che mettono a rischio senza alcun motivo i loro bambini e tutta la comunità? E badi bene, onorevole Zaccagnini, non mi venga a tirare in ballo la libertà di parola. Perché la libertà di parola è sacra, ma non consiste nel potere gridare impunemente “c’è una bomba” in uno stadio affollato. La libertà – caro Zaccagnini – è altra cosa, e sono sicuro che Bersani, D’Alema, Errani, Epifani e la Dirindin sono d’accordo con me. Ma se sono d’accordo con me, cosa ci stanno a fare nel gruppo parlamentare con lei?”

CONCLUDE IL PROFESSOR BURIONI CON UN POST SCRIPTUM: “Spero che i colleghi di Zaccagnini – di tutti i partiti politici – e il Presidente della Camera On. Boldrini si facciano parte attiva nell’impedire questa vergogna e questo insulto al Parlamento”.

 

Ricordiamo che il professor Burioni, come in uno dei suoi ultimi post, ricorda ai genitori che mostrano paure nel vaccinare i propri figli la totale incapacità di questa profilassi di arrecare danno:Insomma, i vaccini attualmente in uso sono efficaci e sicurissimi e non solo non hanno rovinato nessun bambino, ma ne hanno salvati molti milioni. Danni gravi potevano avvenire un tempo con vaccini che non si usano più. Potete dunque vaccinare in tutta tranquillità (come peraltro ho fatto io con mia figlia) , anche se qualcuno si diverte a instillare nel vostro animo insensate paure. In realtà non c’è nulla di cui avere paura, se non della paura stessa” – Burioni ha rassicurato sulla sua pagina Facebook.

LA REPLICA DELL’ON. ZACCAGNINI SULLA PAGINA DEL PROFESSOR BURIONI

Ma l’On Zaccagnini sulla pagina di Burioni ha risposto alla sua accesa polemica:

Zaccagnini, vaccini sicuri obiettivo mio operato (ANSA) – ROMA, 12 APR – “La conferenza stampa di domani con titolo “Liberta’ di scelta per vaccinarsi in sicurezza” riguarda tutti quegli elementi che ad oggi sono mancanti per un’offerta vaccinale veramente in sicurezza. I vaccini sono un’importante traguardo della scienza, ma non si può prescindere da un utilizzo consapevole ed informato di questi”. Lo precisa, in replica alle polemiche che hanno accompagnato la sua iniziativa, Adriano Zaccagnini (MDP). “La conferenza stampa organizzata da me a titolo personale, ma sono fiducioso che nelle prossime settimane questi contenuti possano essere adottati da tutto il mio gruppo e da altri gruppi – spiega il parlamentare -, vuole finalmente rappresentare un punto di vista di buon senso nel clima comunicativo inquinato dai radicalismi, distratto dai contenuti e dal merito sui quali e’ invece necessario soffermarsi. Non si può non notare come il mio sia un approccio alla materia ‘intermedio’, nè antivaccinista nè in favore della coercizione alle vaccinazioni. Ho fatto in queste settimane un lavoro serio che invito ad approfondire e ho riscontrato la gravissima mancanza dei dati in capo ad Aifa sulla vaccinovigilanza per il 2014 2015 e 2016, questione già evidenziata in un mio precedente atto di sindacato ispettivo. Ho inoltre riscontrato che dalle conclusioni del progetto Signum riguardante militari italiani in missioni operative e’ emerso come un forte carico vaccinale sia causa in alcuni soggetti di alterazioni del DNA. Ho trovato altre contraddizioni nel contesto in cui si inserisce il piano vaccinale ed e’ giunto il momento di chiederne conto al governo. Mi auguro domani sara’ l’occasione per iniziare a stemperare i toni e tornare a dare fiducia ai chi vuole vaccinarsi in sicurezza”.

MA la querelle non sembra per ora affievolirsi.

 


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login