Paura a Napoli: esplode una bomba carta all’ospedale Loreto Mare




 

Napoli – Enorme è stato lo spavento per i pazienti ricoverati al Loreto Mare di Napoli: questa mattina, intorno alle 9.30, ignoti hanno lanciato una bomba carta all’ ingresso del nosocomio napoletano. Il boato si è avvertito in tutta la zona circostante.




Il tutto è avvenuto durante la protesta ad opera dei lavoratori della società Silba di Salerno, (società che gestisce i centri medici di riabilitazione Villa Alba in Cava de’ Tirreni, Villa Silvia in Roccapiemonte e Gf Montesano in Roccapiemonte). La protesta, si legge nel comunicato , sarebbe stata organizzata sia contro un primario della Neurologia e la sua attività di “extramoenia” sia perché  sostengono siano “a rischio 500 degenti affetti da disabilità mentali e 350 posti di lavoro”.

La bomba carta è stata posizionata sotto il camper della tac mobile che si trova nel parcheggio dell’edificio da circa un mese. Attimi di panico ma fortunatamente nessun ferito ne danni a cose.

Il direttore sanitario dell’ospedale Mariella Corvino, ha prontamente avvertito la polizia che al momento indaga sull’accaduto.  La Tac mobile che costa circa 3000 euro al giorno di noleggio, serviva a sopperire il default dell’unica tac attualmente in funzione nell’ospedale nel reparto di neuroradiologia.

 

(Foto ANSA)


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login