Roma. Arresti e tensioni allo sgombero coatto di due famiglie italiane. Anziana e bambino con disabilità per strada. Presidio al Campidoglio di Casapound/VIDEO




 

Il caso dello sfratto

roma- gombero

RomaSiamo a Via del Colosseo. due famiglie erano tornate ad occupare due appartamenti in cui avevano vissuto per trenta anni. Pochi mesi fa queste famiglie sono state sgomberate, il Comune era intervenuto per dare una sistemazione degna agli occupanti, impegno dell’ex sindaco Marino.. Ma una signora ultrasessantenne, diabetica e con disabilità motorie, si legge, alla fine è andata a vivere in un campo nomadi della periferia e l’altra famiglia, composta da 4 persone di cui un bambino con disabilità e un cane, invece era finita in un camping. Queste persone proprio qualche giorno fa sono ritornate ad occupare le proprie vecchie abitazioni in cui hanno vissuto una vita, poichè avrebbero compreso che nessuna delle promesse fatte erano state mantenute, un segno di protesta, di attenzione in tanti casi di emergenza abitativa romana.

Oggi, dopo un mese dal loro ritorno alle abitazioni,  è stato attivato lo sgombero coatto da parte dell’amministrazione adiuvato dalla Polizia. La giornata sarà ricca di forti tensioni e finisce male con l’arresto di un componete della famiglia (marito invalido e padre del bambino con 104), assieme a lui finisce letteralmente ammanettato anche Simone Di Stefano, vicepresidente di Casapound che dall’inizio si era occupato di questo caso e che oggi era assieme agli occupanti.




Simone Di Stefano arrestato e ammanettato anche lui, dalla sua bacheca fa sapere: “Il video dell’arresto di Simone Di Stefano che stava difendendo due famiglie italiane (una famiglia con figlio disabile e una signora anziana malata di diabete) da uno sgombero al quale non erano state date alternative che non fossero la sistemazione insieme ai rom o la divisione del nucleo familiare (madre e figli in casa famiglia, cani in canile, padre in strada)”.

I militanti di Casapound spiegano che in campagna elettorale, Virginia Raggi aveva promesso che la difficile situazione dell’emergenza abitativa a Roma sarebbe stata risolta senza sgomberi coatti.
Ora la stessa Casapound che si è recata con un presidio dalla Raggi assieme alle persone sfrattate fa sapere: “Siamo ancora sotto al Campidoglio in attesa di una risposta dell’amministrazione. Dove dormiranno questa sera queste famiglie? Dopo lo sgombero nessuna risposta“.
Il seguente video farà comprendere l’emergenza e la preoccupazione della mamma che è in attesa che l’amministrazione si affacci e spieghi cosa sarà della sua vita. La mamma spiega che dovrà dire al proprio figlio, quando tornerà da scuola che hanno ammanettato suo padre 8invalido) dalla Polizia e non sanno dove andare a dormire. L’Amministrazione Marino aveva promesso di regolarizzare la loro situazione e ora la mamma ammonisce:” Non vado in casa famiglie e non voglio che venga divisa.  Ho un figlio con la 104 e un marito invalido).


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login