Roma. Non apriva la porta: salvata anziana disabile con fratello morto a terra da giorni in decomposizione




 

 

 

Roma – Miracoli estivi che parlano di solitudine. La Polizia Locale di Roma Capitale riesce a salvare un’anziana signora di 87 anni che era a letto impossibilitata a muoversi che non dava segnali di vita agli operatori del Servizio Sociale.




La Polizia Locale spiega: “Non apriva la porta: salvata anziana disabile, con fratello morto a terra da giorni”. La scoperta a seguito di un intervento effettuato stamane dal gruppo “Sapienza” della Polizia Locale, avvenuto alle ore 10.00 in piazza Bologna.

IL FATTO. Dopo una preoccupante segnalazione degli operatori del Servizio Sociale, che invano bussavano all’appartamento in Viale delle Province del II 
Municipio gli agenti sono oggi intervenuti forzando la porta di ingresso con l’ausilio dei Vigili del Fuoco. Sul corridoio, riverso a terra, un uomo, italiano del 1937, presumibilmente deceduto da alcuni giorni per cause naturali, in stato di decomposizione; la sorella maggiore di 87 anni, invece, sul letto, impossibilitata a muoversi e quindi a chiedere qualsiasi aiuto. Era denutrita e disidratata, ma ancora viva. 

Trasportata subito all’ospedale Pertini in codice rosso, la donna si trova tuttora in cura.

Dai primi accertamenti sembra che fosse da tempo costretta a letto per una malattia invalidante e che il fratello fosse l’unico a prendersi cura di lei, fino a qualche giorno fa, quando l’uomo ha accusato il malore fatale.
Il magistrato ha disposto la rimozione della salma, mentre i Servizi Sociali continueranno a fornire assistenza alla donna che non risulta avere parenti.

 


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login