Senato, passa l’emendamento De Biasi/Cattaneo. Altri 3 anni per test di droghe sugli animali. Ira del LAV




 

La Lega Anti  Vivisezione aveva lanciato una petizione rivolta espressamente la ministro Beatrice Lorenzin.

“In Italia le sostanze d’abuso come fumo, alcol e droghe vengono ancora testate sugli animali. Questi esperimenti dovevano essere vietati il 1 gennaio 2017 ma il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha prima concesso un anno di proroga e poi ha dato parere favorevole per proseguire con i test fino al 2021, con migliaia di animali che saranno uccisi”.

Ma il Senato ha votato su questa proroga definita dalla stessa LAV “Assurda”. Inutile l’appello rivolto ai Senatori per votare contro l’emendamento che permetterà di testare ancora fumo, alcol e droghe sugli animali per altri 5 anni. 




LAV: “PROROGA DI 3 ANNI TEST ANIMALI SOSTANZE D’ABUSO. CALPESTATI ANIMALI E MALATI!”

La LAV commenta la votazione: ” Ieri sera la Commissione Affari Costituzionali del Senato ha approvato a maggioranza Pd-Ncd-Forza Italia-Gal-Autonomie (contrari Sel-Misto-M5s) l’emendamento De Biasi, Cattaneo e altri che prevede tre anni di proroga (inizialmente era di cinque anni) per questi esperimenti, particolarmente inutili per i malati e crudeli per gli animali.

“Il Ministro della Salute Lorenzin, basandosi solo su un parere di parte, ha aperto la strada alle sofferenze e alle uccisioni di altre decine di migliaia di animali, con iniezioni di droghe nell’addome o nel cervello, shock acustici o tattili con pinze e piastre ustionanti, contraddicendo una Legge del 2014 firmata da lei stessa come Ministro già tre anni fa – afferma la LAV – in Senato poi hanno prevalso gli interessi di pochi e superati sperimentatori di Università che, volutamente sordi ai metodi sostituivi di ricerca come già praticati in altri Paesi del mondo, vogliono continuare a usare animali e senza nessun beneficio per gli esseri umani, e questo a spese del contribuente”.

La LAV ironica poi conclude: “Non gli bastava un anno di proroga come già previsto dal governo nel decreto legge di fine anno che aveva fatto saltare l’entrata in vigore, dal 1° gennaio scorso, del divieto sui test su animali di droghe, alcol, tabacco e xenotrapianti“.
La Senatrice Cattaneo d’altronde è una forte sostenitrice della sperimentazione animale, d’altronde le staminali pluripotenti indotte, quelle su chi lei studia da una vita, notoriamente conosciute come cancerogene hanno bisogno di una sperimentazione animale prima di poter passare sull’uomo. Ma la Senatrice Cattaneo, appena ricevuta la nomina, lo aveva detto sin da subito che avrebbe portato le sue battaglie all’interno della politica.
Non è una sorpresa dunque…ma questo emendamento lascia esterefatti molti…ma evidentemente non tutti!


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login