Terremoto, partita la macchina della solidarietà. Ecco dove e cosa portare




 

Il terremoto che ha colpito il centro Italia ha spazzato città e vite. L’Italia è un grande Paese e lo dimostra nella solidarietà, ma spesso è meglio sapersi coordinare per non intralciare i soccorsi effettuati dalle persone e volontari addestrati.

La gara di solidarietà però è un motivo di appartenenza, quindi ogni Comune d’Italia si è attivato con la raccolta delle donazioni. L’importante è sapere dove andare  e cosa portare. Ognuno può contattare il proprio Comune.

COSA PORTARE: GENERI NON DEPERIBILI E DI PRIMA NECESSITA’

– acqua minerale in bottiglia
– zucchero
– biscotti, fette biscottate
– latte a lunga conservazione
– prodotti per l’infanzia (latte in polvere, omogeneizzati)
– frutta sciroppata in scatola
– cibo in scatola (tonno, legumi, confetture)
– pasta e riso sottovuoto (e per celiaci)
– coperte

ma anche pannolini,  batterie, pigiami adulti e per bambini e  prodotti per l’giene personale, (il vestiario deve essere nuovo, non usato).

ROMA I PUNTI DI RACCOLTA DEI MUNICIPI

Il Comune di Roma ha diramato una tabella dove i cittadini possono recarsi al proprio Municipio. Si ricorda che il vestiario deve essere esclusivamente nuovo, come le lenzuola e federe.

MUNICIPI
Clicca per ingrandire

AIUTIAMO AMATRICE




Aiutamo AmatriceIn Piazza Mazzini a Rieti dei volontari hanno organizzato dei punti di raccolta per aiutare le popolazioni di Amatrice e Accumoli attualmente in piena emergenza. Le associazioni reatine Rinnovazione e Terra dei Padri si sono attivate per creare un punto di raccolta di coperte, acqua e generi alimentari non deperibili che si terrà in due gazebo installati in piazza Giuseppe Mazzini messi a disposizione dall’associazione del Peperoncino e da Confcommercio: “Il materiale raccolto sarà consegnato tramite la protezione civile. Si sottolinea l’importanza di coperte in quanto, in questi giorni, le temperature notturne in quelle zone sono molto basse. Per informazioni tel: 3245647453”.  Aiutamo Amatrice chiede anche lenzuola e federe, oltre i pigiami, arrivano numerosi feriti senza nulla: “E’ possibile consehgnarli alla mensa di Santa Chiara o ai gazebo di Piazza Mazzini specificando che sono per l’ospedale”.

Link diretto di Aiutiamo Amatrice https://www.facebook.com/Aiutiamo-Amatrice-1574932246143457/?fref=nf

PER CHI VUOLE OSPITARE, STRUTTURE ALBERGHIERE O SINGOLI CITTADINI DEVONO CONTATTARE LA PREFETTURA DI RIETI

Per tutti coloro che vogliono ospitare gli sfollati, sia da parte di hotel che da parte dei singoli cittadini, va comunicata alla Prefettura di Rieti al seguente numero telefonico 0746 2991. Si consiglia di non tentare di raggiungere le aree colpite e comunque di chiedere informazioni agli organi preposti:

 Contact center della Protezione civile: 800840840;
Sala operativa della protezione civile Lazio: 803555.

La Protezione Civile Marche fa sapere: “Pur apprezzando lo spirito di solidarietà di chi offre, devo precisare che qualsiasi offerta di disponibilità di sistemazione, alloggio ecc.rivolta alle persone colpite dal sisma deve necessariamente passare per la Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Marche (prot.civ@regione.marche.it) o delle Regioni Lazio ed Umbria. Questo gruppo non può essere nessun caso utilizzato per veicolare tali annunci soprattutto da parte di profili FB non riconducibili ad una persona chiaramente identificabile”.

SI AIUTA ANCHE DONANDO SANGUE

Tutti possono donare il sangue e lo possono fare ai centri di raccolta del proprio territorio, ospedali o centri AVIS.


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login