TUMORE DI HODGKIN. V EDIZIONE PER IL LINFORADUNO A ROMA

Intervista alla presidente di Linfoamici Onlus, Anna Milici che racconta a FreedomPress la forza e la determinazione dell’associazione Linfoamici nel sostenere questo progetto che quest’anno a Roma, presso il Pantheon il 5 giugno è alla V edizione




 

Roma – “La forza non è vincere, ma decidere di non arrendersi“. Parole di Giacomo che erano la sua filosofia di vita e che dopo la sua morte prematura diventano ancora più preziose per l’associazione Linfoamici Onlus. Linfoamici è nata per sostenere e condividere traguardi e cadute delle tante persone speciali che affrontano la battaglia più grande della propria vita, il tumore di Hodgkin o non Hodgkin. Una realtà che unisce famiglie, malati e tanti sostenitori che si sono incontrati e scontrati lungo il loro percorso difficile che la vita gli ha presentato.

LINFORADUNO, ORMAI UNA REALTA’ DA 5 ANNI

1Da cinque anni tutti i Linfoamici di tutt’Italia si riuniscono nel “Linforaduno”, un evento realizzato al Pantheon, una delle piazze più belle del mondo, e quest’anno vuole dare un segno ancora più forte  e incisivo della loro presenza e messaggio per tante persone che spesso si trovano sole ad affrontare un nemico terribile. E’ tutto pronto per l’evento alla sua V edizione, per domenica prossima 5 giugno 2016 a Piazza della Rotonda, un momento davvero unico e di grande emozione per molti malati, e amici che portano avanti questa battaglia di coraggio, di condivisione ma soprattutto di informazione.

Con 2000 membri quest’associazione sta diventando una realtà importante e un concreto punto di riferimento per tante persone che improvvisamente si trovano a combattere con qualcosa più grande di loro. La vera “mission” è la condivisione, il sostenersi, l’aiutarsi, è il confronto tra tanti che sono in cura, chi è riuscito a sconfiggere il mostro e chi ancora vede lontano il traguardo ma ha la motivazione di aver trovato chi comprende le proprie delusioni, gli scoraggiamenti, ma anche le vittorie. In Linfoamici si condivide tutto soprattutto forza e coraggio.

LA STORIA DI ANNA, PRESIDENTE DI LINFOAMICI

MILICI-ANNAAnna è una giovanissima donna, 36 anni e aveva scoperto di avere il linfoma a 26 anni,  Linfoma di Hodgkin stadio III b con localizzazione al mediastino, al fegato e alla milza. La stessa racconta a Freedom Press: “Mi sono sottoposta a 6 cicli di chemioterapia abvd, 12 dosi duranti le quali ho perso forze, forme, persone, capelli, speranze. Un anno dopo, con una pet che annunciava la remissione completa, piano piano, mi sono riaffacciata alla vita e a passi piccolissimi, me la sono ripresa tutta e anche di più”.

La vita fortunatamente sorprende sempre e per Anna, dopo due anni dall’ultima somministrazione di chemio, a dispetto della malattia e contro ogni aspettativa medica ha dato alla luce una splendida bambina che ha chiamato Vittoria.
Ma un destino duro per Anna era ancora in agguato,  solo dopo 10 giorni dal parto, gli viene diagnosticato un carcinoma tiroideo con metastasi estese. Ma Anna non si arrende. Vittoria, la sua bambina ha bisogno di lei e così, come racconta, ha ricominciato a lottare: “Per la seconda ho vinto io. Sono tornata alla mia vita – racconta Anna – al mio lavoro alla piccola Vittoria. Poi, 5 anni fa, ho incontrato i ‘Linfoamici’ per la prima volta in una delle piazze più belle di Roma e da quell’abbraccio è nato tutto questo. Dopo che hai avuto il cancro, dopo che hai guardato dritto negli occhi un medico mentre ti dice che non sa se sopravvivrai, dopo che hai trovato il coraggio di aprire da sola, la busta dove c’è il tuo referto tac e dopo che ti sei guardato allo specchio senza riconoscerti per mesi e mesi e mesi puoi scegliere due cose, tornare alla vita che ti è stata, per la seconda volta donata vivendola al massimo e facendo finta che sia stato tutto solo un brutto sogno e decidere di voler dare un senso, al dolore e la paura”.




 LINFOAMICI ALLA BELLISSIMA MARATONA ROMANA “RACE OF CURE”

RACE-OF-CURELa presidente di Linfoamici Onlus, Anna Milici  con una squadra dell’associazione ha partecipato alla maratona romana “Race of Cure” al Circo Massimo arrivata alla 17esima edizione, calendarizzata quest’anno dagli organizzatori i giorni 13-14 e 15 maggio.

La Milici spiega: “Cinque anni fa nasceva da un abbraccio il Linforaduno. In piazza tutti malati che provenivano da ogni parte d’Italia diffondevano l’importanza delle donazioni di midollo e del sangue, proprio con la testimonianza di chi ce l’ha fatta, scegliendo il modo più bello di festeggiare la vita, quello di donarla agli altri. Quest’anno non potevamo mancare al Race of Cure, l’evento simbolo della Susan G Komen Italia, organizzazione basata sul volontariato che opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno su tutto il territorio nazionale. È stata una bellissima manifestazione di tre giorni, ricca di iniziative dedicate a salute, sport, benessere e solidarietà che è culmina domenica 15 maggio con la tradizionale corsa di 5 km e la passeggiata di 2 km. E noi il 15 maggio eravamo lì con un gruppo di Linfoamici. Sento, sentiamo tutti l’importanza di testimoniare anche noi la nostra battaglia, la nostra vita che ogni giorno diventa un inno al dono più prezioso che abbiamo”.

PANTHEON, 5 GIUGNO 2016 AL VIA IL V LINFORADUNO

3La Presidente Anna Milici è entusiasta e annuncia che domenica prossima a Roma ci saranno anche i Linfoamici di Siracusa: “Anche dalla Sicilia amici preziosi per  poter contribuire con i loro abbracci e sorrisi ad un evento che viene vissuto con estrema soddisfazione e orgoglio per l’importante significato”.

La Milici conferma che l’evento è stato patrocinato dal Comune di Roma, dalla Regione Lazio e dal Coni. Saranno al fianco dei Linfoamici d’Italia, Admo, Ail, Ehi tu hai midollo, il Paese di Gertrude e l’Associazione Giacomo Sintini per diffondere l’importanza delle donazioni di midollo e sangue scegliendo il modo più bello di festeggiare la vita: quello di donarla agli altri. L’evento vedrà la partecipazioni e le esibizioni di Aysha e le figlie di Ra, Coro Notevolmente Milleluci team dance e Drt Family e Ilaria Cimmaruta.

UNA SFIDA, VIVERE!

La sfida è vivere. Parole che fanno riflettere quelle di Anna, ma che sono quelle di tanti Linfoamici che donano ogni anno nei Linforaduni abbracci e testimonianze, ma soprattutto il motivo per vivere con coraggio, perché in questa battaglia non si è soli, in questa battaglia la forza è non arrendersi…mai. Linfoamici Onlus è dedicata a Marta e Giacomo, due guerrieri che non si sono risparmiati di donare sorrisi più belli e che ora riempono il cielo e i cuori di tutti. Domenica 5 giugno tutti al Pantheon con Linfoamici, perché è importante combattere, informarsi e informare, ma soprattutto non rimanere soli.

di Cinzia Marchegiani


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login