Milano. Summit Ministeriale del G7 dedicato alla salute : “Le sfide sono globali. Salute per le persone e animali”





 

 

di Cinzia Marchegiani

Milano (Italia) – La salute non rispetta i confini. Si è conclusa la Riunione Ministeriale del G7 dedicata alla Salute, che si è svolta a Milano il 5 e 6 novembre 2017.

Alla riunione erano presenti i Ministri della salute di Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti d’America. Hanno partecipato, inoltre, il Commissario Ue alla salute e i Direttori di Oms, Fao, Oie, Ocse ed Efsa.

Il temi al centro della discussione sono stati l’impatto dei fattori climatici ed ambientali sulla salute, la salute delle donne e degli adolescenti e la resistenza antimicrobica.

Al G7 hanno fatto da corollario quattro Side events ai quali ha partecipato la Ministra Beatrice Lorenzin.

I paesi del G7 saranno uniti nella sfida globale per affrontare il benessere delle persone. Le divisioni di fronte alla salute non ci sono. Tre temi di particolare importanza: i cambiamenti climatici che condizionano la salute non solo dell’uomo ma anche degli animali, la salute della donna e del fanciullo e la resistenza degli antibiotici. Il fattore clima incide sulla salute della persone, come l’inquinamento, poichè riguardano milioni di persone.

La Ministra Lorenzin insieme ai ministri della salute G7 e al Commissario europeo per salute hanno illustrato i risultati del Vertice che si tenuto a Milano il 5 e 6 novembre. Espressa soddisfazione per il comunicato congiunto al termine della riunione che riassume l’analisi e gli impegni dei Governi.

“Si è ribadita la volontà di mantenere uniti i Paesi G7 e avere un unico messaggio forte su temi come il cambiamento climatico, la salute dei migranti, delle donne e dei bambini e sulla ricerca per contrastare la resistenza agli antibiotici” ha sottolineato il Ministro Beatrice Lorenzin durante la conferenza stampa. La Riunione si è chiusa con una Dichiarazione finale che racchiude i temi della discussione.




Per diversi giorni Milano è stata la capitale mondiale della Salute. Quattro importanti side events hanno fatto da corollario alla Riunione: l’incontro della Gates Foundation sulla Nutrizione Globale, l’evento della Fondazione Irccs Istituto neurologico C. Besta “Innovazione e ricerca per l’invecchiamento in salute”, lincontro dei Carabinieri della salute/Nas “Strategie di contrasto al crimine farmaceutico” e il convegno di Farmindustria sulle “Nuove tecnologie per l’assistenza sanitaria”.

E’ stato un G7 estremamente importante, perché abbiamo cercato tutti gli elementi che ci uniscono e non quelli che ci dividono. Non ci sono divisioni di fronte alla salute”. Lo ha detto la Ministra della salute Beatrice Lorenzin alla conferenza stampa conclusiva della Riunione dei Ministri della Salute del G7, che si è svolta Milano il 5 e 6 novembre.

La Lorenzin aggiunge:C’è stata una discussione serrata nelle ultime ore, ma siamo uniti nel dare un messaggio alle popolazioni dei nostri Paesi, come a quelli sui quali abbiamo influenza, rispetto al fatto che la salute delle persone viene prima di tutto. Si è ribadita la volontà di mantenere uniti i Paesi G7 e avere un unico messaggio forte su temi come il cambiamento climatico, la salute dei migranti, delle donne e dei bambini e sulla ricerca per contrastare la resistenza agli antibiotici. L’elemento su cui c’è stata maggior discussione è il clima, ma su questo tutti abbiamo accettato il fatto che ci sia un fattore clima che incide sulla salute delle persone. E questo richiede azioni coordinate da portare avanti“.

Le questioni migratorie sono al centro di questo dibattito riguardo all’assistenza sanitaria e riguardo le vaccinazione: “Sono esseri umani come noi” spiega  Vytenis Andriukaitis Commissario dell’UE alla salute.

G7 Salute, il video della conferenza stampa conclusiva

 

I

 

Potete seguire FreedomPress anche su Facebook cliccando QUI e mettendo Mi piace


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login