Spagna. Animal Equality e il video degli orrori: “Amazon cessi immediatamente la vendita dei prodotti in Italia”





 

Il Caso

di Cinzia Marchegiani

 

 

Spagna – Animal Equality  ha denunciato con un video degli orrori una serie di immagini sconvolgenti raccolte all’interno di un allevamento di maiali nel sud della Spagna in collaborazione con il programma televisivo Salvados che lo ha trasmesso, una parte delle immagini lo scorso 5 febbraio.

Animal Equality è un’organizzazione internazionale per la Protezione Animale fondata nel 2006. In Italia opera come associazione non profit iscritta al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato della Lombardia  pertanto onlus di diritto che può operare su tutto il territorio nazionale secondo l’Art. 10, c 8, DLgs 460/97. La stessa spiega: “Il nostro impegno si concentra sulla protezione degli animali allevati a scopo alimentare. Attualmente siamo attivi in 8 paesi tra America, Europa e Asia”.

I FILMATI DEGLI ORRORI. MAIALI DEFORMATI DA ASCESSI E ERNIE IN UN ALLEVAMENTO CHE RIFORNISCE UN MARCHIO SPAGNOLO  DI CARNI E SALUMI CHE VENGONO DISTRIBUITI DA AMAZON

Le sconvolgenti immagini hanno già scioccato gran parte dell’Europa. Ora Animal Equality chiede ad Amazon di cessare immediatamente la vendita dei prodotti ElPozo in Italia.

I filmati mostrano come centinaia di maiali deformati da ascessi ed ernie gigantesche, ricoperti da larve e mosche. Altri che vivono a contatto con animali morti in avanzato stato di putrefazione, o sono così deboli che finiscono per essere cannibalizzati dai loro simili.

“Animal Equality ha recentemente pubblicato una serie di immagini sconvolgenti raccolte all’interno di un allevamento di maiali in Spagna in collaborazione con l’equipe di Jordi Évole, giornalista del noto programma televisivo Salvados. I filmati mostrano centinaia di animali deformi, malati e morenti completamente abbandonati a se stessi per mesi interi, condannati a passare tutta la loro vita in condizioni di sofferenza estrema senza mai ricevere cure veterinarie.




Le scene documentate sono impossibili da immaginare finché non le si vede coi propri occhi:

  • animali deformati da enormi ascessi ed ernie gigantesche
  • animali che presentano gravi ulcere ricoperte di mosche e larve 
  • maiali che vivono a contatto con animali morti in avanzato stato di putrefazione
  • numerosi container colmi di cadaveri
  • maiali deboli o infermi cannibalizzati dagli altri animali
  • maialini lasciati a morire in agonia senza mai ricevere alcuna assistenza veterinaria
  • animali che passano tutta la vita tra i propri escrementi”

 

IL VIDEO DENUNCIA

 

 

LA DENUNCIA DI ANIMAL EQUALITY:

“L’allevamento in questione è uno dei principali fornitori di ElPozo, noto marchio di carne e salumi distribuito da Amazon in molti paesi europei, tra cui anche l’Italia. Il caso portato alla luce è il più grave esempio di negligenza nel campo del benessere animale mai riscontrato in Europa. Animal Equality ha immediatamente provveduto a denunciare la situazione alle autorità ed ora ElPozo sarà chiamato a rispondere di fronte alla legge.

La notizia ha fatto il giro del web in poche ore ed è già apparsa su alcune tra le più importanti testate europee, tra cui El Paìs e The Independent, suscitando l’indignazione di centinaia di migliaia di cittadini europei. La petizione, avviata da Animal Equality per chiedere a ElPozo di introdurre politiche volte a migliorare le condizioni di vita degli animali, ha già registrato oltre 150.000 firme a livello internazionale”.

PRECISA ANIMAL EQUALITY:Al di là della crudeltà disumana documentata, si tratta di un enorme scandalo anche per la sicurezza alimentare: secondo la normativa vigente spagnola, infatti, gli animali malati possono comunque essere inviati al macello, dove le parti considerate ‘adatte al consumo umano’ vengono separate dal resto e immesse nella catena di produzione“.

Matteo Cupi, direttore esecutivo di Animal Equality Italia, ha dichiarato: “Queste sono alcune fra le immagini più agghiaccianti che abbia mai visto. Un simile livello di negligenza è inaccettabile, a maggior ragione nell’Unione europea. I responsabili dovranno rispondere delle proprie azioni.” E aggiunge: “ElPozo non distribuisce solo in Spagna, ma in molti paesi europei. Per questo in Italia abbiamo avviato una petizione per chiedere ad Amazon di cessare immediatamente la vendita di questi prodotti nel nostro paese”.

Animal Equality si è subito attivata per fare chiudere l’allevamento in questione e per portare i responsabili di questi maltrattamenti di fronte a un giudice, ma abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per aumentare la pressione su ElPozo e riuscire così a fermare le atrocità in corso. Le sconvolgenti immagini hanno già scioccato gran parte dell’Europa. Ora Animal Equality chiede ad Amazon di cessare immediatamente la vendita dei prodotti ElPozo in Italia.

Petizione, cliccare Aiutaci a chiedere ad Amazon di cessare immediatamente la vendita dei prodotti ElPozo in Italia!

L’azienda spagnola in un primo tempo si è difesa sostenendo che gli animali mostrati nel filmato non possono in alcun modo entrare nella loro catena di produzione, ma poi ha deciso di interrompere il rapporto commerciale con la fattoria sotto accusa.

È un’ulteriore garanzia del rispetto rigoroso degli standard di qualità in termini di salute, sicurezza alimentare e benessere degli animali – ha detto ad Euronews la responsabile della comunicazione del gruppo Fuertes -.  Per diversi mesi, abbiamo adottato nuove misure in questo senso: revisione dei criteri e aumento della severità del processo di abbattimento; attuazione di una nuova certificazione specifica del benessere degli animali; aumento del personale veterinario e frequenza dei controlli alle aziende agricole del fornitore”.

“Le aziende che riforniscono ElPozo sono circa 450”-  spiega Euronews.

Per seguire gli aggiornamenti potete seguirci su Facebook cliccando QUI e mettendo mi piace  o Twitter cliccando QUI e mettendo segui


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login