ULTIM’ORA. Terrore a San Pietroburgo. Bomba in metropolitana. Almeno 10 i morti e 43 persone ferite





 

di Ci. Ma.

Saint Petersburg (Russia) – Attacco alla bellissima antica capitale imperiale della Russia. Al centro di San Pietroburgo verso le ore 14:00 una violenta esplosione ha investito un treno mentre transitava tra due stazioni della metropolitana, “Sennaya”  e “Institute of Technology”.

Un secondo ordigno seppur artigianale con tritolo e proiettili è stato scoperto e disinnescato presso la stazione della metropolitana “Nevsky”. Lo ha annunciato il capo del centro di informazione di NAC Andrew Przhezdomsky il canale televisivo “Russia-24” così riporta l’agenzia di informazione russa Novosti, conosciuta con il nome in inglese RIA Novosti.

L’orario dell’esplosione sarebbe stato scelto per la massiccia affluenza dei pendolari.

L’ultimo bilancio non definitivo cita 10 morti e 43 feriti. L’allerta è altissima non solo a Saint Petersburg, ma a Mosca e in tutta la Russia.




Il sito istituzionale della città di Saint Petersburg ha spiegato che la violenta esplosione ha procurato 43 feriti che sono stati portati a diversi ospedali della città. Secondo il centro di soccorso della città, la stazione “Sennaya” e “Institute of Technology” è stato gestito 41 equipaggi delle ambulanze.

Quindici persone sono state ricoverate presso l’Istituto di ricerca. Dzhanelidze dodici vittime al numero City Hospital 16, sei persone nel numero City Hospital 26, nove persone nel Military Medical Academy. Kirov. I bambini City Hospital №19 consegnato un bambino.

Il 4 aprile, la città ha dichiarato tre giorni di lutto. Con ordinanza del Governatore di San Pietroburgo da domani nella città verranno osservati tre giorni di lutto. Georgy Poltavchenko, ha fatto appello ai residenti della città sulla Neva con una richiesta di non spendere questi giorni di attività ricreative, e di una TV e radio – di astenersi dal mostrare programmi di intrattenimento.

 

Caccia all’uomo. Le telecamere hanno registrato l’attentatore mentre posiziona l’ordigno all’interno della valigetta, e un canale televisivo avrebbe pubblicato l’immagine di un uomo dalla pelle olivastra, folta barba e un copricapo nero registrate dalle telecamere interne della sorveglianza della metropolitana. Ma di ciò non c’è per ora la conferma da parte delle istituzioni.

Per ora non vi è conferma della matrice dell’attentato, anche se l’uomo non era un kamikaze. Sono state allertate tutte le forze di polizia e i servizi di sicurezza russe. Per la Procura generale è stato un attentato.

St Petersburg, è stata indicata come città simbolo per qualsiasi gruppo militante, specialmente Stato islamico o ceceni ribelli secessionisti anche se gli attacchi in passato hanno in gran parte concentrati su Mosca, tra cui un attacco contro un aeroporto, un teatro e nel 2010 un treno della metropolitana.

Il presidente Vladimir Putin, che era in città per un incontro con il leader della Bielorussia ha detto che sta prendendo in considerazione tutte le possibili cause per l’esplosione, compreso il terrorismo e sta si consultando con i servizi di sicurezza.

Panico e terrore a Saint Petersburg, per ora saranno importanti le indagini in corso e le testimonianze dei sopravvissuti.

Foto Anton Vaganov Reuters

 


© Riproduzione riservata





You must be logged in to post a comment Login